Pubblicato in: buona scrittura, cassetta degli attrezzi

La responsabilità dell’arte

Rendere vera la realtà è responsabilità dell’arte.

 

Chi scrive questo è ancora Eudora Welty. Impegnativo vero? Lo è talmente che si è tentati di stringersi nelle spalle e pensare: “Al diavolo!”. Anche perché se uno butta un occhio alle classifiche di vendita, difficilmente trova in esse qualcosa che provi a dare del tu all’arte.

C’è qualcosa che unisce questa frase, a quanto diceva Flannery O’Connor. Per lei l’arte significava scrivere con efficacia e valore.

E benché possa apparire paradossale, tutti gli artisti hanno seguito questa regola.
Se rileggiamo quanto scritto da Eudora Welty, c’è qualcosa che suscita perplessità. Secondo questa scrittrice, sembra che solo l’arte possa rendere vera la realtà.

E la televisione?

 

Rendere vera la realtà è responsabilità dell’arte.

 

Tutto quello che non è arte non è in grado di raggiungere lo scopo. Per questo abbiamo bisogno di artisti. Chiunque non abbia questo obiettivo non fa nulla di importante. Aggiunge la sua voce al coro.

Ci si potrebbe chiedere allora perché dovrebbe essere così urgente rendere vera la realtà. Che cosa contiene di tanto importante da scomodare l’arte, e solo lei.

Per la Welty, è il mistero. Sia chiaro: nemmeno l’arte è in grado di spiegare il mistero, ma almeno in una cosa è bravissima. Vale a dire a tratteggiarlo. Ad affermare con forza la sua presenza qui e ora, in questo mondo.

Il Giudizio Universale di Michelangelo non spiega nulla. Perché i bambini muoiono di leucemia? Dopo che ho visto gli affreschi della Cappella Sistina la domanda resta senza risposta, e i bambini continuano a morire.

Ma il romanzo “La strada” di Cormac McCarthy si chiude con una parola come: mistero.

È più “semplice” chiudere la partita affermando che non esiste alcun mistero. Si muore e basta. Occorre fortuna magari, ma la vita è solo un susseguirsi di giorni, e poi finisce.

Chi scrive ha invece individuato un’opacità in questa lineare affermazione, e ne scrive al meglio delle sue possibilità. Non lo fa come lo farebbe un notaio, ma tendendo all’arte.

Quello che accade si presta a troppe considerazioni, soprattutto se si verifica una tragedia. Non è solo il domandarsi “E se avessi agito così?”. Ma è l’interrogarsi del perché gli individui scelgono una cosa, invece di un’altra, e dalla loro scelta deriva una conseguenza feroce per qualcuno. Proprio per noi, magari.

Per esempio: perché il male, nonostante studi e tenore di vita elevato, continua ad agire. Con una cocciutaggine inaudita. No, nessuna risposta. Nessuna morbosa curiosità. Da una parte un mondo che crede (o spera?) di arrivare a realizzare il paradiso in terra, prima o poi, per esempio insegnando a utilizzare un linguaggio corretto, anzi “politicamente corretto”.

Dall’altra, uno sguardo puntato alla realtà, per renderla come è. Senza sconti, senza compiacere niente e nessuno.

 

 

Annunci

Autore:

Raccontastorie

4 pensieri riguardo “La responsabilità dell’arte

  1. secondo me non c’è solo il bianco o il nero, cioè l’arte o il libro commerciale, secondo me il vero talento di un’artista (in ogni campo) è quello di unire la sua arte con la capacità di sapere comunicare ad un pubblico più vasto possibile, il cosidetto essere “di massa”. Unire, non dividere.

    Mi piace

    1. E d’altra parte, molti scrittori commerciali si sono rivelati col tempo dei grandissimi artisti. E alcuni artisti in vita hanno riscosso grande successo.
      Scrivere vuol dire comunicare, ma al di là di questo occorre riconoscere che pur possedendo una tale capacità, non è sempre possibile comunicare con il pubblico. Scott Fitzgerald muore quasi dimenticato, e ridiventa fenomeno di massa grazie soprattutto alla caparbietà di un pugno di critici. Uno scrittore vorrebbe unire, ma spesso questa aspirazione viene vanificata da un numero di fattori che non può controllare.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...