Pubblicato in: buona scrittura

Ritrovare la semplicità

Mi dispiace che il libro (Il cielo è dei violenti) non l’abbia convinta, ma non mi sorprende visto che lei legge tutto in termini di simboli sessuali seguendo una logica che a me è completamente estranea: il ramo sollevato, la forcella dell’albero, il cavatappi. (…) Le auguro comunque di liberarsi dall’ottica che la induce a vedere un simbolo fallico nella maniglia di ogni porta e che attribuisce simili intenti a chi ha tutt’altre gatte da pelare. (…) La forcella dell’albero! Ma andiamo, Billy, ritrovi la sua semplicità. Mica siamo a Manhattan.

 

Tratto da: “Sola a presidiare la fortezza”, lettere di Flannery O’Connor.

Annunci

Autore:

Raccontastorie

2 pensieri riguardo “Ritrovare la semplicità

    1. Certo. Le persone dovrebbe tornare a leggere la storia, invece di usarla come stampella per altre conversazioni, o temi, che non hanno niente a che vedere con quello che un autore scrive. Mi sembra che molti vogliano sapere se l’autore dorme sul fianco destro (allora significa una cosa), o sul fianco sinistro (allora significa un’altra cosa), se a pancia sotto… Si deve parlare di tutto insomma, tranne che della storia. È tempo di tornare a mettere la storia al centro di tutto.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...