Pubblicato in: buona scrittura, cassetta degli attrezzi

Prima le parole

Il lettore, legge per uno specifico motivo. Meglio ancora: legge “questo” invece di “quello” perché trova nella scrittura di un certo autore, un ottimo motivo per dargli fiducia e dire: “Sì. Raccontami questa storia”.

Come? Ho scoperto l’acqua calda? Può darsi. Se così fosse non si capirebbe però per quale ragione ovunque o quasi, è un fiorire di:

 

“È una storia che rompe gli schemi”

“Sembra la solita storia, ma in realtà è ben altro”

“Venderà tantissimo”.

 

Queste, e altre affermazioni del genere, mi pare che spostino l’attenzione al di fuori della storia, invitando a prestare attenzione non alle parole, ma a quello che potrebbe provocare se.

Prima le parole, la storia, e poi chissà: ecco, questo potrebbe essere il modo migliore per avvicinarsi alla scrittura.

La relazione d’amore tra lettore e autore è una delle più tormentate, questo si sa. Siccome il secondo non sa cosa deve combinare per far scattare la scintilla, spesso e volentieri si lancia in tentativi ed esperimenti, oltre ad imboccare strade, che non lo condurranno da nessuna parte.

La scrittura si fa con le parole.
Bada a loro, e del resto non preoccuparti troppo, perché nessuno è in grado di dire cosa accadrà. Nemmeno un editore.

È vero: spesso la scelta del lettore è balorda, e premia dei mediocri.

Quindi?

Nessuno ti chiede di scalare una montagna, e se decidi di farlo è una tua scelta che potrebbe anche portarti alla morte. Oppure al fallimento: scali, e a 80 metri dalla vetta devi tornare indietro. Non basta far mostra di piccozze, scarponi e corde per prevalere sulla montagna.

Ricorda solo che scrivere ha a che fare con il raccontare delle storie. Non il tuo punto di vista, la tua ideologia, il mondo come vorresti che fosse.

Le storie.

È più difficile di quel che sembra. Infatti la maggior parte di quello che si vede e si legge in giro, è aria. O ideologie spacciate per storie.

 

Annunci

Autore:

Raccontastorie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...