Pubblicato in: buona scrittura

Non è facile smettere di scrivere

La scrittrice Morena Fanti sul suo blog parla di “smettere di scrivere”.
Non ci avevo mai pensato.

D’accordo, scrivo come una capra e per questa ragione nessuno vuole pubblicare quello che produco: questo è un fatto.

Per cinque anni, ho evitato con cura di scrivere. E di leggere. Però alla fine sono tornato a farlo.

Non credo che riuscirei a smettere in maniera definitiva. prima o poi ci cascherei di nuovo, perseguitato dall’idea di aver perso cinque anni. Pazienza.

Ma non credo che sia positivo mancare di questa capacità di separarsi dalla scrittura: perché si perde facilmente la capacità di giudicare quello che si scrive. Lo si fa quasi in maniera automatica, magari hai imparato alcune cose a forza di leggere, e di scrivere. E tutto ti sembra perfetto, anzi: migliori di anno in anno. In fondo, non si dice che occorre scrivere (fare pratica quindi), per migliorarsi?

Il violinista deve esercitarsi ogni giorno, mica può farlo solo un po’. Lui però è fortunato, perché deve solo eseguire il lavoro degli artisti che lo hanno preceduto (non è affatto così in realtà: ma per semplificare facciamo finta che lo sia).

Certo, magari un’amica che ti vuole bene, una sera ti prende da parte, ti poggia la mano sulla spalla, e mentre un CD macina “Per Elisa” di Beethoven, ti dice:

“Sai, hai sempre scritto così così, ma adesso lo fai da cane. Visto come stanno le cose, non credi sia meglio guaire, invece di maltrattare le parole?”.

E tu, piangi lacrime calde, e acconsenti.

Ma se non succede? O se succede e te ne infischi? Ecco, al di là delle battute, temo che continuerei…

Annunci

Autore:

Raccontastorie

12 pensieri riguardo “Non è facile smettere di scrivere

  1. Io ho smesso. Credevo fosse impossibile e invece è stato naturale quasi come cominciare. Sì, ogni tanto scrivo ancora qualche raccontino di 200 parole, una poesia, qualche riga, ma è tutto diverso da prima. Riprenderò? Ci ricascherò? Non lo so… Intanto la scrittura fa ancora parte della mia vita sotto molteplici aspetti, è solo sparita la smania di scrivere narrativa.

    Mi piace

    1. Io per cinque anni ho evitato di scrivere qualunque cosa che somigliasse a racconti o romanzi. Poi ho ripreso e mi pare che abbia perso del tempo stupidamente. Rincorro le parole ormai sapendo che il meglio è alle spalle (se mai c’è stato qualcosa di “meglio”), che ho sprecato occasioni e tempo, evitando di scrivere.

      Mi piace

  2. dedicarsi ad una propria passione non è mai energia persa. Piuttosto, scrivere aiuta a scrivere-meglio con indubbi vantaggi anche nel parlare e nel comunicare con gli altri. Dopotutto scrivere bene serve anche nel lavoro …

    Mi piace

    1. Giusto, non è energia persa. Pensavo, qualche giorno fa, a Elvis. È un’altra faccenda si capisce, ma alla fine, perché non lo hanno fermato? Perché lui non voleva fermarsi, e si è ridotto a una parodia di se stesso. Ecco, ridursi a parodie, mi fa spavento.

      Mi piace

  3. Io dico di smettere di scrivere un po’ per scaramanzia un po’ perché resto deluso dal silenzio. Mi è capitato in passato di smettere di scrivere per 5 anni ma oggi ho tante cose da raccontare e’ solo il tempo e un po’ di fiducia che mi manca.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...