Pubblicato in: costruire un brand, letteratura straniera

L’unica strategia vincente è la tua

Qualunque strategia tu decida di adottare, scovata in giro, è destinata a creare un buco nell’acqua. Per quale ragione? Perché non è la tua, ma si tratta dell’adozione di una serie di processi e atti, studiati da altri e applicati a libri che non sono affatto il tuo. Finché siamo in presenza di linee guida, ci può stare.

Ma ci sono ottime probabilità che il tuo ebook non sia uguale a nessun altro. Ha cioè bisogno di qualcosa del tutto particolare e unico.

Come dicono gli esperti, il tuo ebook è il più efficace strumento di marketing. Spero che nessuno si scandalizzi, e comunque ribadisco il concetto, perché c’è confusione, e soprattutto non c’è (ancora) la volontà di chiamare col loro nome le cose.

Se abbracci l’autopubblicazione significa che hai deciso di sporcarti le mani col marketing, o la pubblicità che dir si voglia. Altrimenti, esiste l’editore che lo fa al posto tuo, così puoi far finta che la faccenda non ti riguardi, e magari ti puoi persino permettere di guardare dall’alto in basso:

 

quelli dell’autopubblicazione che, Cielo, parlano di marketing e definiscono il libro “prodotto” .

 

(A questo punto uno svenimento, oppure un significativo rotear di occhi ci potrebbe stare alla grande).

Quando uno scrittore come Claudio Magris va da Fazio, che fa? Marketing. Infiocchettato con sorrisi, applausi, luci e cerone, ma è marketing. Se non va in televisione è un problema. L’editore diventa nervoso perché sa che non basta sventolare il fatto che è in libreria il nuovo libro di Magris. Bisogna andare in televisione e basta.

Inoltre, se esco da una libreria senza pagare, perché il libro NON è un prodotto, vengo inseguito dalla cassiera. Farà parte pure lei della cricca di

 

quelli dell’autopubblicazione che, Cielo, parlano di marketing e definiscono il libro “prodotto” ?

 

Può darsi. Si sa, è tutto un complotto, non è vero?

Questo è il motivo che ti deve spingere a guardare con scetticismo a tutto quello che scovi in giro. E si sa, in giro c’è roba di tutti i tipi e di tutti i generi ma ricorda: non ci sarà nulla per te.
È tutto in mano tua, in quello che hai scritto. E quello che hai scritto, come diceva Flannery O’Connor, deve essere efficace e di valore.

 

Annunci

Autore:

Raccontastorie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...