Pubblicato in: costruire un brand, letteratura straniera

Comunica la tua intelligenza

C’è un rito che si ripete ormai da anni, uguale. D’estate, io e la scrittrice Erica Vagliengo ci si vede. Lei scende dai monti piemontesi per la riviera di ponente, e ne approfittiamo per fare due chiacchiere su ebook, e dintorni. Pure quest’anno è accaduto.

Soprattutto, è parso chiaro ai nostri occhi un dato, semplice. Il tempo passa e certe cose restano immutabili. Le persone che scrivono, e sono tantissime come sappiamo, immaginano ancora adesso che la Rete sia il paese della cuccagna.

 

Blog?

SEO?

Brand?

Motori di ricerca?

Boh!

 

Se tu fai sul serio e hai talento (abbiamo concluso), ebbene questa è una buona notizia. La concorrenza è meno di quanto tu immagini. Tuttavia, le voci sono comunque tante.

E qui nascono i problemi. Perché certi argomenti devono essere affrontati, quindi studiati. E il tempo è quello che è. Se vuoi scrivere non è affatto detto che tu possa avere pure il tempo per il resto…
Come diceva Flannery O’Connor, bisognerebbe trovarsi una ricca ereditiera che batta a macchina, o un tipo che giochi in borsa.

Io mi concentro intanto sulla ricca ereditiera…

A parte le battute: se auto-pubblichi qualcosa devi imparare. Puntare tutto sulla qualità dei tuoi scritti non ti condurrà molto distante (poi, il colpo di fortuna capita, certo. A un altro, ma capita).

Se tutto questo non lo vuoi fare… ti capisco, sul serio. Richiede impegno, fatica, tempo. Allora cerchiamo di individuare il primo mattone, l’elemento che deve essere alla base di tutto. In modo che la tua presenza online, sia almeno onesta. Magari zoppicante, con scarsa o poca conoscenza di SEO. Ma onesta.

Qual è il tuo obiettivo? Domanda pericolosa perché di solito scatena risposte grottesche, strampalate, sganciate dalla realtà. Non è vendere, raggiungere il successo, e cose di questo genere.

Si tratta di costruire una rete di relazioni. Questo si raggiunge col tempo, e solo se comunichi. Comunicazione è la chiave di tutto, o quasi. Simenon, Carver, Manzoni, Conrad questo facevano: comunicavano. Se non lo fai, hai un problema.
Comunicare e “assillare” non sono affatto sinonimi.

Chi ti conosce lo ha iniziato a fare grazie alla tua comunicazione. Se questa consiste nel:

 

Compra il mio libro! Compra il mio libro! Compra il mio libro! Compra il mio libro! Compra il mio libro!

 

(e così agiscono in tantissimi) hai un problema.

L’intelligenza è merce rara, e riuscire a spargerla un po’ in giro, una grande abilità. Se poi si tratta della propria intelligenza, ancora meglio! La tua comunicazione dovrebbe avere questo come scopo. Se c’è intelligenza, s’intende…

 

Prima la storia, poi il lettore

Autore:

Raccontastorie

Un pensiero riguardo “Comunica la tua intelligenza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...