Pubblicato in: buona scrittura

Perché Dostoevskij è attuale

Ho terminato da qualche giorno la lettura di “Lettere sulla creatività” di Fëdor Dostoevskij.

Si potrebbe forse pensare a una prefazione un poco più aggiornata (in quella presente nel libro, circa 160 pagine, editore Feltrinelli, si parla di Gorbaciov e perestrojka), ma questi sono dettagli.

Avrei da ridire sul titolo, per quel riferimento alla creatività che di questi tempi è così di moda… Giuseppe Pontiggia non lo amava perché (diceva) sposta l’attenzione sull’autore, e questo nella società dello spettacolo è necessario, anzi, quasi un dovere.

Lui preferiva invenzione.

Non è però questo l’argomento del post.

Perché Dostoevskij è attuale?

“Loro tagliano le teste, ma perché? Unicamente perché è la cosa più facile. Invece dire qualcosa di nuovo è una cosa incomparabilmente più difficile. Desiderare qualcosa non equivale a realizzarla”.

 

Impressionante.

 


 

Prima la storia, poi il lettore

Annunci

Autore:

Raccontastorie

4 pensieri riguardo “Perché Dostoevskij è attuale

  1. Tagliare teste è un modo per credere di essere superiori e per non doversi sforzare nella discussione di una tesi che sarebbe persa.
    Ma in che modo questa frase è collocata nel testo? devo andare a verificare.

    Mi piace

    1. La frase è nel libro “Lettere sulla creatività” (Feltrinelli, 7 euro). Secondo me il titolo non è perfetto, anzi, e le lettere riportate sono solo una piccola parte del vasto epistolario del buon Fedor.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...