Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Le idee zavorra dello scrittore

le idee zavorra dello scrittore

La scrittura è un processo continuo, è una crescita. Per questa ragione sarebbe opportuno lasciarsi alle spalle la zavorra, per procedere più speditamente verso quello che conta davvero.

Tra i tanti falsi miti che è bene abbandonare, credo (credo), di averne individuato almeno tre.

  • Sii umile.
    Perché? Perché devi imparare? Vero, devi imparare parecchio, passerai la vita a imparare dagli altri. C’è sempre qualcuno più bravo di te, stanne certo. Se poi scegli di essere editore di te stesso, la strada è tutta in salita. Ma, suvvia: chi scrive è presuntuoso. Sempre. Basterebbe leggere: non ci sono già migliaia, milioni di storie? Perché si dovrebbe fare spazio anche alla tua? Perché sì.
  • Ascolta le emozioni.
    Perché? Noi non siamo emozioni, siamo carne e sangue, e non c’è niente di nobile nell’essere umano. Però lo devi amare. Se scrivi, lo devi amare alla follia. Le emozioni rappresentano gli alibi di chi non vuole raccontare la realtà, ma la sua rappresentazione falsa e distorta. Quella della televisione, per intenderci.
    Osserva la realtà. Osservare la realtà significa mettere in campo tutto se stesso; compromettersi. Altro che emozioni.
  • Non preoccuparti se non vendi.
    E invece devi, eccome. Significa che la tua bottega non interessa a nessuno. Perciò, devi imparare  da chi vende. No, non intendo da Stephen King; o almeno, non solo da lui. Rivolgiti agli esperti del marketing. Quelli che piazzano i prodotti. Perché un libro è un prodotto, fine della discussione. E se pensi che sia un’eresia, bene: leggi come Dostoevskij piazzava il suo prodotto. Credi davvero di essere superiore a lui?

È un mondo duro quello dell’autopubblicazione. Devi contare sulle tue capacità, sulla tua fantasia. Sul tuo marchio e sui mezzi per renderlo il più popolare possibile.

In bocca al lupo.


 

Prima la storia, poi il lettore

Annunci

Autore:

Raccontastorie

Messo il tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...