Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

La voce del tuo libro

la voce del tuo libro

Con le parole chiave, che cosa stiamo cercando di fare, in realtà? Di guardare al nostro prodotto (il mio libro, ma potrebbe essere il tuo), non con gli occhi di parte (i nostri), ma con lo sguardo del lettore, o della lettrice che sia.

È un passo fondamentale: come il passaggio dal sogno alla realtà. E il risveglio non è mai piacevole.
Di solito un autore esordiente evita con cura di svegliarsi, e se gli capita, riesce a convincersi che la colpa non è sua, ma dei lettori che non lo capiscono. E premiano della robaccia.

La robaccia c’era pure ai tempi di Tolstoj; e lui vendeva.

Quindi lascia perdere questi argomenti e chiediti invece come agire perché la tua opera possa arrivare ad altri.

Adesso ti spiego un altro buon motivo per leggere (e solo in apparenza sto passando di palo in frasca).

Ricapitoliamo: abbiamo dato un’occhiata ai termini che ricorrono nella nostra opera.

Alcuni sono inutili, altri possono essere interessanti. Dobbiamo farci qualcosa, creare per esempio una descrizione che  comunichi al cliente (cioè il lettore), il valore dell’opera, un valore in grado di differenziarla da tutte le altre.

Non si può procedere affatto con un elenco che contenga le parole chiave, legate più o meno da concetti che facciano da colla. L’ideale è usare alcune di esse per una narrazione più efficace, che sveli le caratteristiche uniche del tuo prodotto-libro. Tieni presente che se riesci a lavorare bene, quei concetti li potrai riprendere, adattare, e replicare sulle piattaforme sociali. Ma come si fa a cominciare? Ho una manciata di parole chiave, che me ne faccio?

Occorre guardare a quello che è stato messo a punto per certi autori. Per prima cosa: il loro genere e il tuo devono in qualche modo combaciare. Se hai scritto un horror, dubito che ti possa essere utile guardare a Leonardo Sciascia.

Altro aspetto essenziale: questi autori a te vicini, li devi conoscere, frequentare parecchio.

Se come il sottoscritto sei appassionato di Raymond Carver, e hai letto quasi tutto di questo autore, e magari hai pure avuto il coraggio di illustrare come scrivere un racconto, utilizzando proprio un suo racconto. Ebbene, conosci il suo mondo. Sai che cosa c’è nelle storie di questo autore statunitense.

Questa conoscenza ti sarà utile per comprendere come l’ufficio marketing della casa editrice ha agito per confezionare un abito adeguato all’opera.
Lo so, lo so: tu mi dirai che il loro lavoro è facile perché sono case editrici, hanno già un nome, eccetera. Ma è vero solo in parte, perché sono sul mercato, e devono restarci. Devono comunque approntare tecniche e strategie che siano in grado di colpire l’attenzione del lettore. Di fargli pensare: “Ehi, forse qui c’è qualcosa di buono”.

La descrizione di un libro non è soltanto dire in poche righe il succo di quelle pagine. La faccenda è un po’ più complessa di così. Innanzitutto, chi la redige non desidera raggiungere chiunque.

Se hai l’incarico di scrivere la descrizione dei racconti di Raymond Carver, sai bene che devi andare a caccia di un preciso pubblico. Non quello che adora i vampiri, né le signorine/signore in cerca di esperienze estreme in talami che esondano peccato.

Ma un preciso pubblico. Così anche tu non puoi rivolgerti a chiunque. Ma al tuo pubblico, che non sa che esisti. La descrizione del tuo libro deve parlare, e deve usare il tuo tono: unico, autorevole.

Per adesso ti lascio consigliandoti di leggere la descrizione di Cattedrale, e quella di Vuoi star zitta per favore? Ne riparleremo perché lì forse sono racchiusi degli strumenti che potremo utilizzare pure noi.


Prima la storia, poi il lettore

Advertisements

Autore:

Raccontastorie

2 pensieri riguardo “La voce del tuo libro

  1. Non conosco nessuno dei libri che hai citato… Andrò a scovarli in libreria e se sono interessanti li metto in lista per l’acquisto di febbraio 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...