Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Che cosa cerca un lettore in un blog?

cosa cerca un lettore nel blog?

 

Ci sono diverse domande scomode, oppure poco importanti, in apparenza, che evitiamo di porci. Una è quella che recita: “Cosa cerca il lettore in un blog?”. Perché noi diamo per scontato che i nostri contenuti siano apprezzati, e forse lo sono.
Potrei persino arrivare a scrivere che qualunque contenuto troverà almeno un lettore che lo apprezzi, anche se pieno di kappa, faccine e affini. Il Web è talmente grande che c’è spazio per qualunque cosa.

Lo scrittore è un autista

Ognuno è padrone in casa sua e quindi con il blog ci può fare quello che vuole, e al diavolo quello che dicono i guru. Però, la lezione che si riceve da gente del calibro di Charles Dickens è che devi agganciare il lettore, fornirgli quello che vuole, e poi condurlo dove vuoi tu. Lo scrittore inglese era un mago a intercettare gli umori del pubblico, gli forniva personaggi e situazioni “popolari”, ma poi, magari in modo dimesso, virava la storia dove voleva lui. Sposava quindi le passioni del pubblico, per poi raccontare la sua storia.
Idem Alexandre Dumas. E vendevano a carrettate: esatto, quella cosa che cerchiamo di ottenere senza alcun successo.

Cosa cerca il lettore in un blog?

Dipende dal tipo di blog, si capisce! Io parlo però del mio (e magari anche del tuo, se scrivi storie).
Sono convinto che un lettore sbarchi su un blog come questo con delle idee abbastanza precise. E che sono idee (e obiettivi) ben diversi da quelli che ha in testa quando si rivolge a un altro tipo di blog. Niente di clamoroso, vero? Si tratta di roba sin troppo evidente.
Per questo motivo mi chiedo che cosa lo spinga. Vuole trovare una soluzione a un suo problema? Può darsi: nel campo di ricerca digita “come scrivere un romanzo che spacca” e si ritrova su questo blog (non credo, ma facciamo finta che accada). Oppure “come si scrive un incipit che funzioni alla grande!”, e plana su un altro blog.
Di solito siamo alle prese con persone che sbattono la testa contro il muro, o quasi, e sono a caccia di una via d’uscita. Si tratta del principiante, ma non solo. Altri finiscono su un blog perché il suo autore ha commentato su un altro blog, oppure il post è stato rilanciato su Twitter… Insomma, i lettori se arrivano, arrivano da un po’ tutte le parti e non è detto che planino sulla home page, anzi.

I lettori sono interessati a me?

E poi? E poi spesso e volentieri, trovato quello che cercano se ne vanno. Quello che facciamo finta di non vedere, perché ci turba, è che molti lettori, trovata la soluzione, non si faranno più vedere. Non sono interessati a noi, alle nostre opere. Non lo saranno mai. Sono interessati alle proprie. Se sei un esperto di Plone puoi permetterti di scrivere guide e svelare trucchi, e con un po’ di fortuna nel giro di uno o due anni, riuscire a lavorarci. Non tutti hanno tempo di studiare un CMS, oppure non ne hanno le capacità.
Ma scrivere: e che ci vuole!
Ecco il cuore della faccenda: trovare lettori del blog potrebbe persino essere semplice; trovare estimatori è un altro paio di maniche. L’estimatore, o fan, è uno che ci mette la faccia, recensisce, parla bene di te in giro. Io li ho trovati, sia chiaro, e li ringrazio.
Tuttavia non è sufficiente. Basta vedere cosa occupa la classifica di Amazon per capire che non è sufficiente.
Per oggi mi fermo qui.

La domanda delle 100 pistole

Pensi davvero che i lettori del tuo blog siano interessati a quello che scrivi?


Prima la storia, poi il lettore

Annunci

Autore:

Raccontastorie

8 pensieri riguardo “Che cosa cerca un lettore in un blog?

  1. Non a tutto, ma magari alla gran parte sì! Aspetta, però sto parlando di quelli che tu chiami “fan”, perché il lettore casuale entra e legge ciò che potrebbe interessarlo e quatto quatto esce dopo averlo fatto.

    Mi piace

    1. Se osservo le chiavi di ricerca che conducono a questo blog, mi rendo conto che spesso i lettori cercano recensioni (una volta le facevo): evidentemente hanno degli insegnanti che li “costringono” a leggere libri, che loro però non leggono. O cose tecniche che un tempo affrontavo, poi ho deciso di abbandonare.
      Il problema è che o conquisti una grossa fetta di pubblico, e da lì riesci a estrarre i fan (300? 400? Io non sono avido), oppure resti marginale.

      Mi piace

  2. Neanche io mi sono posta questa domanda, so cosa cerco io: bella scrittura e belle immagini, se il blog contiere delle fotografie.
    E po mi aspetto un punto di vista personale, sempre.
    Buon ferragosto Marco!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...