Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Scrivere col cuore o con la testa?

scrivere col cuore o con la testa

 

Già: scrivere col cuore o con la testa? Be’, io per non sbagliare uso le mani. Ed è già abbastanza difficile così, perché mai mescolarci anche altre appendici e frattaglie? E poi?
Dopo le mani che vogliamo aggiungerci?

Né cuore né testa

Il dizionario, diavolo. O meglio, quello sconfinato dizionario fatto di letture (perché chi scrive dovrebbe leggere in quantità ciclopiche).
E accanto a questo dizionario anche l’altro, quello vero: il dizionario della lingua italiana. E aggiungiamoci anche uno dei sinonimi e contrari. E poi? La faccenda si fa complicata. Ci vogliono i sensi.
Noi siamo ciccia, colesterolo e trigliceridi fuori controllo, pressione bassa (o alta), ictus in potenza o infarto del miocardio che prepara l’attacco. A questo tipo di persone, come vuoi parlare?
Se vuoi conquistare l’attenzione della gente, né cuore, né testa.

Addio alla realtà

Sto scherzando troppo? Niente affatto.
Il problema che certa letteratura di successo ingenera, è quello di un progressivo scollamento dalla realtà (parlo difficile perché è un blog letterario questo, e ogni tanto devo farlo).
Si parla di sentimenti, di emozioni. Eppure non ci sono mai stati così tanti uomini e donne massacrate. Umiliate e impoverite. Come diceva il buon Fedor Dostoevskij: amare teoricamente l’uomo, amare l’idea-uomo è bello, nobile. E questo è il compito di buona parte della narrativa, al giorno d’oggi. Smercia emozioni, parla al cuore, bla bla bla: ma odia l’uomo. Perché non è un’idea.
Puzza, l’uomo. È povero; sgradevole; petulante. Come si fa ad amare un simile scarafaggio? Il “cuore” che certa letteratura piazza sembra avere come scopo quello di rendere il lettore, quando tornerà alla realtà, solo più cattivo nei confronti degli esseri che popolano quella realtà. E mi pare ci stia riuscendo molto bene.

Sempre più vicina

E poi c’è la testa che dice: no, non bisogna lasciarsi trascinare dalle emozioni. Ma affrontare la realtà, l’uomo, scientificamente, mi raccomando! Ah, la scienza! Trova tutte le risposte. Ne manca qualcuna? Arriverà, basta pazientare un poco, che diamine! Ma ormai il percorso è tracciato ed è un percorso pieno di gloria. Basta superstizione, basta legami, basta col medioevo.
È sufficiente educare, insegnare all’individuo ad affrontare in modo scientifico ogni problema. Cercando e trovando le soluzioni solo in lui. Perché non c’è nulla al di fuori di lui. Il mistero non esiste, il mistero è ignoranza.
Qualcuno taglia teste?
Qualcun altro mette nel microonde il neonato? Ignoranza. O follia.
La scienza (o meglio: certa scienza) è la nuova prigione degli uomini che credono di essere liberi. Ma desiderano soltanto coltivare in solitudine una nuova forma di follia, lontani dall’uomo. Che possono solo educare, o disprezzare (quando rifiuta di ascoltarli).
Intanto, la realtà si fa sempre più brutale. E vicina.

La domanda delle 100 pistole

Dizionario, dizionario dei sinonimi e contrari, e poi? Cosa usi per raccontare le tue storie?


Prima la storia, poi il lettore

Advertisements

Autore:

Raccontastorie

7 pensieri riguardo “Scrivere col cuore o con la testa?

  1. Ogni autore filtra la realtà sulla base delle proprie esperienze, delle proprie aspettative, dei propri gusti. Non vediamo le stesse cose. Non scriviamo le stesse cose.
    Non so dirti quindi se scrivo con il cuore o con la testa. Posso dirti, però, che ciò che scrivo è del tutto mio, mi somiglia e mi rispecchia. 🙂

    1. Sì, è esatto. A questo punto però ho la certezza di essere uno scribacchino. Perché per esempio Dostoevskij (ancora lui???) riusciva a rendere alla perfezione anche idee che erano distanti da lui. Mi dirai: “Eh, ma lui era un geniaccio.”
      Giusto. E io mi devo accontentare di scribacchiare qualcosa, ogni tanto.

    1. Anche io a volte ricorro a Google, ma spesso uso o il dizionario, o la Treccani on line. Ma non mi sono mai domandato se scrivo col cuore o con la testa. Scrivo e basta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...