Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Un mese del mio canale YouTube

marco freccero canale youtube

 

Be’, forse è un po’ più di un mese, e così torno sull’argomento: il mio canale YouTube. Lo conosci, giusto? No?
Per farla breve: ho deciso di aprirlo per parlare di certi argomenti, e siccome un’immagine (in movimento), vale più di mille parole… Almeno spero!

Di che parlo nel mio canale

Quindi, un mese di YouTube. Il mio faccione in primo piano. In queste settimane ho parlato di Stephen King, di Anton Cechov, di John Gardner (l’insegnante di scrittura creativa di Raymond Carver) e dello scrittore inglese Graham Greene. Poi anche di critici letterari e del migliore amico dello scrittore (vale a dire: il dizionario della lingua italiana).
Come vedi, tratto, tanto per cambiare, di argomenti poco comuni (a parte King, forse). E qui mi dirai:

Ma non hai ancora imparato nulla? Devi parlare dei libri di cui parlano tutti! Solo così avrai un seguito.

Ma io l’ho capito. Però si tratta del mio canale: e parlo di quello che voglio io.

Il format Marco Freccero

Non sembra, ma c’è una precisa strategia. Anzi: un format, come dicono quelli bravi.
Cinque minuti di video.
Una volta alla settimana.
Il canale YouTube di Marco Freccero.

Sarò matto come un cavallo, ma credo che il mio format abbia qualche carta da giocare, e perché no, per vincere (alla lunga).
Già su Facebook i miei video hanno un riscontro maggiore.
Ma il punto di forza, forse, è che in 5 minuti dico tutto quello che ho da dire. Punto all’essenziale.
Non racconto quella dell’uva (come si dice dalle mie parti); non allungo il brodo insomma. È un modo differente di fare video, e credo (spero) che dopo un po’ emergerà nel grande mare dei video.

Prossimamente, sul canale YouTube di Marco Freccero…

Nelle prossime settimane: un video su una delle frasi più ripetute, condivise e quindi poco comprese di questi ultimi tempi: La bellezza salverà il mondo. Ma che vorrà dire?
Lo strano rapporto tra Raymond Carver e Santa Teresa.
Ti piace Dostoevskij? Sì, ma se fosse vivo, lo ameresti lo stesso? Ne dubito…
Ancora Dostoevskij e il male.
Un video sullo scrittore George Mackay Brown e la sua (e mia) idea di arte. Un altro che parlerà di una “fabbrica di salsicce”.
E poi? E poi Flannery O’Connor, ancora Carver, ancora Cechov… Ma questi li devo ancora preparare.

La domanda delle 100 pistole

Quanti e quali canali YouTube segui?


Entro la fine del 2016 arriverà il capitolo finale della Trilogia delle Erbacce. Scarica l’anteprima in PDF di Non hai mai capito niente, il primo capitolo!

Iscriviti al mio canale YouTube.

 

4 pensieri riguardo “Un mese del mio canale YouTube

  1. Sinceramente seguo solo il tuo. Adesso, non vorrei farti complimenti esagerati, ma il tuo modo di presentarti nei video è molto particolare, come i tuoi post. E, come ho scritto qualche tempo fa, a mio giudizio il marketing vincente è fatto di buoni contenuti e di personalizzazione del prodotto. Infatti sono le tue armi vincenti.🙂
    Ps. L’abbinamento Carver – Santa Teresa mi stuzzica non poco.

  2. Seguo il tuo e quello di Stefania Romito. Il tuo mi piace perché è breve (ho anche commentato) e imparo molto di scrittori che conosco poco (purtroppo è così per esempio non ho letto Carver) continua così🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...