Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Che cosa bolle in pentola

Marco Freccero logo

 

Dovete sapere che io stamattina, e quando scrivo “stamattina” intendo scrivere proprio “stamattina”, mi sono trovato a non avere più post da pubblicare su questo blog.

E attenzione: i post ci sono, sono tutti lì, alcuni pronti (cinque o sei), altri sono da rifinire, altri ancora da scrivere perché sono solo abbozzi.

Invece…

Alcuni li ho cancellati. Semplicemente. Altri, che pure sono finiti, o avrebbero bisogno di qualche aggiustamento, non ho voglia di pubblicarli. E allora? Allora ho iniziato a scrivere queste frasi. Così, tanto per ammazzare il tempo.

Il punto è che il #progettoIOTA probabilmente lo accantonerò sino a data da destinarsi. Non abbandono l’idea (o forse sì, ma dico questo per rassicurare sia me, che te?), ma mi sono reso conto che per un progetto del genere occorre una libertà e serenità che io, al momento, non ho. E che probabilmente non conquisterò mai.

Per fortuna da qualche settimana ho in testa un’altra storia. A me pare interessante. Ho il titolo, la sinossi, il finale. Ho fatto anche delle ricerche a proposito di traghetti e autobus numero 6…

Un romanzo, ecco.

E poi ho anche una mezza idea, di cui ho parlato appena sulla mia pagina Facebook. Ed è questa: prendere 4 racconti di ciascuna delle 3 raccolte di racconti della Trilogia delle Erbacce, e pubblicarle in occasione delle festività natalizie. Solo su Amazon e solo in digitale. Un mezzo per cercare di avvicinare i lettori.

Per questo piazzo qui sotto un sondaggio: ti va di rispondere?

Grazie.

Annunci

Autore:

Raccontastorie

17 pensieri riguardo “Che cosa bolle in pentola

  1. Sì, ma non concordo sul solo digitale. Se fai il cartaceo, magari con una copertina che in qualche modo richiami il Natale, hai buone probabilità di vendere. Io già ne comprerei almeno 2 copie da regalare. 😉

    Mi piace

      1. Ma sì che ce la fai! Fallo per me che li regalo!. Nella versione cartacea di Non hai mai capito niente, il testo è scritto troppo piccolo secondo me. Volevo regalarlo a due persone un po’ anziane, ma non ce la fanno a leggere.

        Mi piace

  2. Wah, il progetto IOTA… 😦
    Però il romanzo arriverà in primavera, immagino 🙂 21 marzo magari 🙂
    Per il testo natalizio non saprei. Dovresti raccogliere nuovi lettori, chi già li ha letti tutti e tre i volumi non comprerà degli racconti scelti da testi che già ha. L’idea è carina. Natale è sempre un ottimo periodo per pubblicare qualcosa di nuovo. Tante persone comprano ebook e Kindle nuovi. Magari, la butto lì. Mettici 2-3 inediti dentro e il discorso cambia 😉 , anche se qualcuno potrebbe dire che stai speculando, ma la gente parla male anche quando è palesemente fuori luogo. Quindi, segui il tuo istinto.

    Liked by 1 persona

  3. Ho votato sì, però scegli dei racconti che facciano Natale e prova a fare anche il cartaceo, chi li ha letti potrebbe decidere di regalarli…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...