Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Una brutta storia estiva – Parte diciassettesima

 

una brutta storia estiva

Continuano le indagini per scoprire il colpevole dell’omicio del segretario comunale. Ed emerge la strana relazione tra il morto e un frate, un tempo missionario in Kenya. E un omicidio che si è consumato in terra d’Africa.

Buona lettura.

Continua a leggere “Una brutta storia estiva – Parte diciassettesima”

Annunci
Pubblicato in: editore di se stesso, letteratura straniera

Perché è sbagliato paragonare Tolstoj con Dostoevskij

 

Hai presente quelle discussioni su un autore che è meglio di un altro? Di solito si parte dai classici e si fanno paragoni (per esempio) tra Tolstoj e Dostoevskij. Per un po’ di tempo persino io mi arrovellavo (bello il verbo «arrovellare», vero? Lo metto, così chi legge si rende conto che questo è un Signor Blog), e cercavo di capire quale dei due fosse superiore all’altro. I pregi dell’uno e dell’altro, i difetti dell’uno e dell’altro. Probabilmente avevo un mucchio di tempo libero…

Continua a leggere “Perché è sbagliato paragonare Tolstoj con Dostoevskij”

Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Autoritratto del Raccontastorie da giovane – Parte Quattro

marco-freccero-banner-finale

 

Continua l’esaltante cronistoria disordinata del raccontastorie da giovane (che poi sarei io). Sembra incredibile ma siamo già arrivati alla parte numero quattro. Chissà cosa ci aspetta, di bello ed esaltante (anticipazione: nulla).

Continua a leggere “Autoritratto del Raccontastorie da giovane – Parte Quattro”

Pubblicato in: costruire un brand, editore di se stesso

Come raccontare la morte? Vasilij Grossman

marco-freccero-banner-finale

 

Spesso si consiglia la lettura di certi autori per la denuncia contenuta nelle loro opere; io credo sempre di più che sia un errore. Perché prima di tutto occorre invece osservare la scrittura, lo sguardo dello scrittore…

Continua a leggere “Come raccontare la morte? Vasilij Grossman”